Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Coronavirus Marocco: risposte alle domande più frequenti (COVID-19) - 07/07/2020

Data:

07/07/2020


Coronavirus Marocco: risposte alle domande più frequenti (COVID-19) - 07/07/2020

1. PREMESSA

Sin dall'interruzione dei collegamenti diretti con l'Italia, nell'ambito delle misure decise dal Marocco per contrastare la diffusione dei contagi da Covid-19, il Consolato Generale d'Italia a Casablanca e l’Ambasciata d’Italia a Rabat hanno assistito circa 6500 connazionali e cittadini residenti in Italia con permesso di soggiorno, rivoltisi agli uffici delle due Sedi, rientrati nel nostro Paese dal 10 marzo scorso. Pur perdurando la generale sospensione dei collegamenti internazionali dal Marocco, il Consolato Generale e l’Ambasciata, in collaborazione con l’Unità di Crisi della Farnesina, hanno ottenuto autorizzazioni dalle Autorità marocchine per l’organizzazione, finora, di diciannove operazioni di rimpatrio, a beneficio di tutti i connazionali e cittadini stranieri residenti in Italia che ne avessero fatto richiesta, attraverso dodici vettori aerei e tre marittimi che hanno consentito il rientro in Italia di circa 3500 persone.

Inoltre, l’Ambasciata, in stretto coordinamento con le Ambasciate europee in Marocco, ha parimenti favorito l’imbarco di numerosi connazionali dal Marocco, interessati a tali opzioni, su alcuni voli speciali e su navi ad hoc verso destinazioni europee.

 

2. COME RIENTRARE IN ITALIA

Sono rimasto bloccato in Marocco, quando posso rientrare in Italia?

Il Marocco ha chiuso, dal 21 marzo scorso, tutti gli aeroporti, porti e confini terrestri fino a data da destinarsi. Di conseguenza sono stati sospesi tutti i voli da/per l’Italia e al momento non sono previsti voli commerciali speciali per il rientro in Italia.

Eventuali voli o traghetti speciali per il rientro in Italia, organizzati dall’Ambasciata d’Italia a Rabat in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia a Casablanca, sono operazioni estremamente complesse, sottoposte all’autorizzazione da parte delle Autorità marocchine e che inoltre devono rispettare la normativa italiana e marocchina, al fine di limitare il contagio da Coronavirus e garantire la sicurezza dei passeggeri.

Non si mancherà di informare opportunamente i connazionali su eventuali ulteriori possibilità di rientro in Italia, non appena note.

Quali sono i motivi per i quali posso rientrare in Italia?

Si invitano i Connazionali a visitare la pagina dedicata del sito web della Farnesina (https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html)

Ho inviato una mail. Perché non ho ricevuto una risposta?

Sono oltre 10mila le mail ricevute, e non ci è possibile rispondere individualmente. Le richieste e i nominativi vengono registrati. Provvederemo a contattare gli interessati nel caso sia possibile accogliere la loro richiesta e se si dovessero presentare possibilità concrete di rientro in Italia.

Ci sono stati alcuni voli speciali. Perché non sono stato chiamato?

Abbiamo ricevuto migliaia di richieste a fronte di un numero molto limitato di posti sui voli speciali. È stata data priorità ai casi più vulnerabili e urgenti. Nel caso vengano autorizzati nuovi voli, cercheremo di tenere conto delle richieste, in ordine cronologico, valutando innanzitutto le situazioni prioritarie:

· gravi rischi per la salute, per malattie che non possono essere trattate in Marocco;

· ricongiungimento familiare specie in presenza di figli minori;

· rischio perdita del posto di lavoro o di fallimento di attività economica a causa di un’assenza prolungata dall’Italia.

Ci sono traghetti in partenza da Tangeri?

Una compagnia di navigazione italiana che opera tuttora regolarmente sulla rotta da Tangeri a Genova è autorizzata ad effettuare solo il trasporto MERCI, e non per il trasporto PASSEGGERI.

Con riguardo al traffico passeggeri, i collegamenti marittimi tra Tangeri e Genova sono eccezionali e soggetti all’autorizzazione delle Autorità marocchine.

Il Consolato e l’Ambasciata declinano ogni responsabilità con riguardo all’acquisto di biglietti messi in vendita dalle compagnie di navigazione, in assenza della necessaria autorizzazione da parte delle Autorità locali

Il Consolato e l’Ambasciata daranno comunicazione ai Connazionali delle tratte che dovessero essere eventualmente autorizzate.

 

3. CHE OBBLIGHI HO QUANDO RIENTRO IN ITALIA?

Per l’ingresso in Italia dal Marocco resta l’obbligo di isolamento fiduciario.

Si invitano i Connazionali a visitare la pagina dedicata del sito web della Farnesina ( https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html )

 

4. PROBLEMI DOVUTI ALLA PERMANENZA IN MAROCCO

Sono in Marocco per turismo da quasi/oltre 90 giorni. Come posso regolarizzare la mia situazione dato che supererò il limite massimo del soggiorno?

Le competenti Autorità marocchine, fino alla normale ripresa del traffico aereo, marittimo e terrestre, considerano in una situazione regolare:

· i turisti la cui validità del visto scade durante questa situazione sanitaria globale,

· i turisti esenti dal visto d’ingresso per il Marocco e il cui soggiorno legale supererà i 90 giorni a causa della pandemia di COVID-19.

Le Autorità marocchine concederanno agevolazioni per il passaggio della frontiera a favore dei cittadini stranieri, al momento della partenza non appena il normale traffico sarà ripreso.

Non posso più permettermi di finanziare il soggiorno. Come fare?

Gli Istituti bancari in Marocco sono funzionanti. E’ perciò possibile prelevare agli sportelli automatici.

È inoltre possibile ricevere contanti dall’Italia tramite le società abilitate al trasferimento (come ad es. Western Union, MoneyGram, ecc.). Si fa presente che il trasferimento dall’Italia può essere effettuato da qualsiasi persona direttamente nelle apposite agenzie ed il denaro è immediatamente ritirabile in Marocco in contanti.

Posso spostarmi da una città all’altra?

Si invitano i connazionali in Marocco a consultare regolarmente la relativa pagina (http://www.viaggiaresicuri.it/country/MAR ) su Viaggiare Sicuri.

Al fine di affrontare l’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19, il Marocco ha proclamato lo scorso 20 marzo lo stato di emergenza sanitaria su tutto il territorio nazionale, di recente esteso fino al 10 luglio. In tale quadro, sono state adottate una serie di misure preventive e di controllo per contrastare il contagio, tra cui:

1. obbligo di indossare mascherine di protezione all'esterno della propria abitazione, con pene per i trasgressori che possono variare da un periodo di detenzione da uno a tre mesi ad una multa in denaro tra i 300 MAD (circa 30€) a 1300 MAD (circa 130€);

2. interruzione di tutti i collegamenti aerei e marittimi con l’estero fino al 10 luglio. Pertanto, salvo operazioni speciali di rimpatrio, fino a tale data i voli commerciali e compagnie di navigazione, i cui biglietti sono attualmente messi in vendita online, non dovrebbero operare;

3. divieto di ogni tipo di ogni assembramento di persone e chiusura di scuole, moschee e luoghi di culto;

4. limitazione al 50% della capacità dei trasporti pubblici urbani ed interurbani.

A partire dall’11 giugno, il territorio nazionale è stato suddiviso, in base al quadro epidemiologico di ogni provincia o prefettura, in “Zona 1” e “Zona 2”. Attualmente, la “Zona 1” comprende il territorio nazionale marocchino, ad eccezione di Marrakech, Tangeri, Kenitra, Asilah e Larache, localita’ nella “Zona 2”. Mentre nella “Zona 1” si è avuto un deciso alleggerimento delle misure restrittive imposte dallo stato di emergenza sanitaria, con possibilità di spostarsi liberamente tra località in essa incluse, l’uscita dalle province o prefetture incluse nella “Zona 2” sarà possibile solo dietro autorizzazione delle Autorità locali.

Una riclassificazione delle prefetture e delle provincie avrà luogo ogni settimana, in base alle determinazioni delle competenti autorità sanitarie marocchine.

Si raccomanda ai connazionali in Marocco di attenersi alle indicazioni delle autorità sanitarie locali, di consultare regolarmente il sito del Ministero della Salute marocchino (www.sante.gov.ma) ed il portale web dedicato (http://www.covidmaroc.ma/pages/Accueil.aspx), nonché di seguire i media locali per tutti gli aggiornamenti sulla situazione sanitaria nel Paese, compresa appunto la classificazione delle provincie e prefetture di residenza in “Zona 1” e “Zona 2”.

Il Ministero della Salute marocchino ha attivato il numero verde 141, dedicato esclusivamente a coloro che presentano sintomi riconducibili al COVID-19. Un altro numero verde 00212801004747 (0801004747 se si chiama dal Marocco) è stato istituito per fornire consigli ed informazioni sull’epidemia e sulle procedure da seguire per segnalare un caso sospetto.

 

5. PROBLEMI DI SALUTE

Se ho problemi di salute, chi devo contattare?

Sui siti del Consolato Generale a Casablanca dell’Ambasciata a Rabat e sono elencati i medici di riferimento.

Sono bloccato in Marocco e ho bisogno di medicinali. Come fare?

I principali medicinali di uso corrente o i loro sostituti equivalenti sono disponibili nelle farmacie locali.

Se disponete di una ricetta medica per farmaci non reperibili in Marocco, potrete contattare una ditta di spedizioni internazionali (ad es. UPS, DHL, ecc.) per riceverle direttamente dall'Italia.

ATTENZIONE: sulla spedizione deve essere indicato il nome e il cognome del paziente e deve essere visibile la prescrizione medica che conferma la malattia cronica.

COVID-19: Se avverto i sintomi, chi devo contattare?

Il Ministero della Salute marocchino ha attivato il numero 141, dedicato esclusivamente a coloro che presentano sintomi riconducibili al COVID-19.

Si ricorda che i sintomi sono: febbre (spesso inferiore a 39°), tosse, affaticamento, mancanza di respiro, possibile mal di gola, dolore muscolare, possibile nausea o diarrea.

Un altro numero 0801004747 (00212801004747 se si chiama dall’estero) è stato istituito per fornire consigli ed informazioni sull’epidemia e sulle procedure da seguire per segnalare un caso sospetto.

Segnalare il caso al Consolato Generale di Casablanca (numero di emergenza: +212 661 21 73 32) o all’Ambasciata a Rabat (numero emergenza: +212 661 221 324).

COVID-19: Dove posso ottenere informazioni dettagliate?

Potete consultare il sito internet del Ministero della Salute marocchino [N.B. http://www.sante.gov.ma] il portale web dedicato http://www.covidmaroc.ma/pages/Accueil.aspx


345